Gli elettori greci Invia messaggio

Il margine di “No” di vittoria, che ha superato il 61% dei voti, lontano ha superato tutte le aspettative e ha esposto il tallone d’Achille dell’esperimento moneta europea comune, vale a dire la mancanza di adeguato mandato popolare sin dalla nascita del progetto. Il trattato di Maastricht su cui si basa la EMU doveva essere ratificato da tutte le nazioni partecipanti, ma solo tre governi sottoposti alla ratifica di un voto popolare. Di quelli, gli elettori danesi approvato il trattato un secondo tentativo solo dopo il fissaggio di una clausola di opt-out che esentati Danimarca da rinunciare alla sua corona e la propria politica monetaria indipendente. Dopo aver fatto questo, la questione del se l’euro sarebbe accaduto o non è venuto giù per un referendum prima di elettori francesi il 20 settembre 1992, e la maggioranza semplice dei voti sì era tutto ciò che è stato richiesto di ratificare il trattato. Presidente francese Mitterrand ha ottenuto la maggior parte di quel voto, ma il verdetto — un rasoio-sottile margine di 51,04% in favore di 48,96% contro-privata il progetto comune della moneta di qualsiasi legittimità genuina per un enorme cambiamento nella sovranità.

Che mancanza di mandato popolare agli occhi dell’Europa e del mondo è stata sottolineata dalla ieri è sconfitta schiacciante dagli elettori greci. Prima e dopo la votazione greca, ci è stato confusione su ciò che il voto si stabilirono. Alla coalizione tedeschi dei creditori muso duro, era un voto su se gli elettori greci volevano rimanere nell’Unione monetaria o non, e per il governo di Tsipras era un voto sulla se ci sarebbe essere negoziato camera per trovare una soluzione al problema del debito greco che ha qualche possibilità di erogare la sua economia dalla depressione in cui essa ha già alloggiato per cinque anni. A giudicare dalla reazione della Germania, la risposta a questa domanda è un clamoroso no. Grexit sembra probabile, ma i difetti fatali dell’UEM sono stati lasciati grezzi, e il dipanarsi è improbabile per arrestarsi al Grecia.

Ministro delle finanze greco Varoufakis ha rassegnato le dimissioni. La cancelliera tedesca Merkel e il presidente francese Hollande si riunirà a Parigi oggi per coordinare una strategia di un fronte unito contro i negoziatori greci. Questo estenderà ad altri membri dell’UEM dopo il previsto incontro di martedì dei ministri delle finanze del gruppo. Nel frattempo, Merkel e Holland affermano che la palla è nel campo della Grecia per il governo di offrire un piano che soddisfa esigenze di austerità e fornisce una base per qualsiasi ulteriori colloqui. Dato il frana nel referendum, non è possibile che i leader della Grecia possono accettare ulteriori austerità. A meno che i creditori siano disposti a fare compromessi, ci sarà poco da discutere e un ponte troppo lontano per costruire.

Il voto greco può anche contrassegnare l’inizio della fine della Truman Doctrine, che è stata approvata il 12 marzo 1947, per arginare la diffusione influenza della Russia comunista in particolare a quel tempo in Turchia o Grecia da regalare aiuti il le economie e le forze armate di questi paesi. La Russia è non-comunistama ora non meno autocratico e sarà in attesa in venti per un governo greco alla disperata ricerca di aiuto dopo essere evitato dall’Occidente.

Tutto sommato, i mercati potrebbero hanno reagito peggio, e questa assenza di disordine estremo incoraggerà i creditori a scommettere su Grexit. Debito sovrano dieci anni rese rimangono immutate in Spagna, 11 punti base superiore in Portogallo, dieci bps superiore in Italia, sei bps inferiore in Germania, cinque bps inferiore in Giappone e giù 3 bps in Francia. Banche e mercati greci rimangono chiuse. Futures del tesoro indicano un declino del punto 7-base della resa di 10 anni all’aperto.

Condividi i prezzi in Europa sono diminuiti 2,3% in Italia, 1,4% in Spagna, 0,8% in Germania, 0,9% in Francia, 0,4% in Svizzera e lo 0,3% in Gran Bretagna. Nell’area del Pacifico, le scorte sono aumentate 2,9% in Cina, ma è caduto 2,4% in Corea del sud, 2,1% in Giappone, 1,3% in Indonesia, in Nuova Zelanda l’1,2% e 1,1% in Australia e Taiwan.

West Texas Intermediate olio tuffato 4,4% a $54,44 al barile. COMEX oro scivolò 0,4%.

Anticipo netto del dollaro durante la notte su importi netti di appena 0,7% contro l’euro, 0.6% contro il franco svizzero, 0,5% riguardante i dollari canadesi e australiani, sterlina vis-à-vis 0,2% e 0,1% contro lo yen e yuan. Il kiwi è costante.

In altre notizie dal venerdì, più acquisto manager sondaggio risultati sono stati pubblicati.

Indice PMI privata di Hong Kong ha rimbalzato 1,6 punti a 49,2 in giugno, un mese tre alto ma la quarta lettura dritta sotto i 50, che implica una contrazione dell’attività.
Vendita al dettaglio di eurozone PMI è caduto un punto intero a un minimo di 2 mesi di 50,4 nel mese di giugno. La lettura francese di 48,9 era inferiore a 50 ma a un livello elevato di 13 mesi, significare la contrazione più lenta in tale arco. Vendita al dettaglio tedesco PMI cadde da un massimo di 11 mesi di 55,8 in maggio a 54,0, un minimo di 2 mesi, nel mese di giugno, e al dettaglio dell’Italia PMI è sceso di 1,6 punti a un minimo di 3 mesi di 46,7, esercitando una resistenza significativa.
Costruzione della Germania PMI bordatura giù da 0,1 a un minimo di 5 mesi di 50,7 in giugno. Tale aveva crestato in marzo a 53,3.
Non petroliferi PMI dell’Egitto è aumentato ad un massimo di 6 mesi di 50,2 in giugno da 49,9 a maggio e 46,8 nel mese di febbraio.
L’olio non U.A.E. PMI ha affondato a un minimo di 22 mesi di 54,7 nel mese di giugno da 56,4 in maggio, 59,3 lo scorso gennaio e 61,2 lo scorso ottobre.
Lettura dell’Arabia Saudita giugno non petroliferi PMI 56,1 era un record basso per questa serie di dati che risalgono al 2009.
Indice del Giappone di indicatori economici leader nel taglio giù 0,2 punti per 106,2 a maggio, ma l’indice degli indicatori economici coincidenti ha rubato il titolo principale, crolli di 1,8 punti a 109,2 in maggio e spingendo i funzionari di governo di declassare la valutazione di COI “indebolimento” da un’etichetta di “migliorare dal mese di dicembre. Il precedente più recente designazione di “indebolimento” era stato nell’agosto 2012.

Ordini industriali tedeschi tuffato 0,2% a maggio, ma aumento di aprile è stato rivisto al rialzo di 0,8 punti percentuali al 2,2%. Di conseguenza, gli ordini in aprile-maggio in media 2,5%superiore a 1Q15, inversione più di una diapositiva di 1Q-over-4Q14 dell’1,4%. Nel mese di maggio, ordini nazionali scivolò 0,6%, ma gli ordini esteri stabilizzati 0,2%.

Deflazione CPI svizzero ha diminuito nel mese di giugno. Prezzi al consumo è sceso 1,0% rispetto a giugno 2014 rispetto ai declini in anno dell’1,2% nel mese di maggio e all’1,1% nel mese di aprile.

Nuove immatricolazioni di auto in Gran Bretagna, simile a vendite, erano 12,9% maggiore nel mese di giugno di un anno prima.

Produzione industriale spagnola era 3.4% superiore a un anno prima a maggio.

Una misura di fiducia degli investitori verso Euroland, Sentix, recuperato da 17,1 a giugno a un massimo di 2 mesi di 18,5 nel mese di luglio. Letture in marzo, aprile e maggio erano stati a 18,6, 20,0 e 19,6.

Annunci di lavoro australiano rosa 1,3% in giugno dopo bordatura fino appena lo 0,1% nel mese di maggio. Inflazione attesa rallentato in Australia il mese scorso.

Negli Stati Uniti, l’ISM segnalerà l’indagine PMI non manifatturiero e indice di condizioni del lavoro della Fed arriva anche oggi. Così fa il Canada IVEY-PMI e indagine ufficiale di prestito di banca del Canada.